Arrivo
Partenza
Previsioni meteo
Domani venerdì sabato
B H Y
-1 / 9° 0 / 8° 3 / 6°
altri informazioni
L’autunno dorato al Preidlhof Lastminute
Calendario
21.11.18 - 23.11.18
A persona da € 336,-

Gite in bicicletta in Alto Adige

stripe

Morterer Leger - Haslhof

Dislivello 1197 m
Tempo di percorrenza 3:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Coldrano - Morter - Morterer Leger - Haslhof - Coldrano
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Asfalto, ghiaia, trail semplici, perlopiù strade forestali chiuse al traffico
CartinaCartina del percorso

Da Coldrano il percorso svolta in prossimità di Krummweg in direzione Morter. Attraversiamo la località di Morter e svoltiamo a destra alla caserma dei vigili del fuoco, arrivando fino alla sbarra della foresta. All´ombra del Nördersberg, un sentiero forestale sale ripido fino a Morterer Leger. All´inizio il sentiero è ben ricoperto di ghiaia di marmo, dalla metà in poi è coperto quasi esclusivamente di erba e di muschio (prestare attenzione se la strada è bagnata per la pioggia). Il percorso si snoda principalmente in discesa fino a Haslhof, attraverso dei bei trail. Dopo una sosta attraversiamo un terreno privato e percorriamo subito un trail fino al sentiero forestale che, dopo diverse curve, porta a un breve tratto lungo il Waalweg, fino alla strada asfaltata. Da qui si scende vertiginosamente in direzione Covelano e, passando per la pista ciclabile della Val Venosta Via Claudia Augusta, ritorniamo al nostro punto di partenza a Coldrano.

Töbrunn - Malga di Laces - Malga di Tarres

Dislivello 1390 m
Tempo di percorrenza 4:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Laces - Morter - Castello di Montani - Coste di Magrin - Töbrunn - Malga di Laces - Malga di Tarres - Tarres - Laces
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Info
In salita su strade forestali chiuse al traffico, in discesa sulla strada che porta a valle dalla malga di Tarres.
CartinaCartina del percorso

Punto di partenza di questo classico è Laces, la località principale di questo comune. Dal campo sportivo, il percorso attrezzato ci conduce al palazzo del ghiaccio, seguiamo il cartello che ci porta alla birreria, e continuiamo percorrendo il Waalweg fino al ponte sul Plima, a Morter. Proprio dietro al ponte seguiamo il corso del Plima fino al campo sportivo e percorriamo un breve tratto di strada asfaltata in direzione Val Martello, fino alla deviazione per Montani. Passiamo davanti al noto castello di Montani; poco sopra svolta il largo Waalweg, il sentiero che costeggia le antiche rogge, che ci conduce alle Coste di Magrin. Inizia ora la salita, mai ripida ma comunque molto prolungata, che ci condurrà a Töbrunn. Da Töbrunn, la strada forestale ridiventa pianeggiante fino al Maso di Laces. Qui il tracciato del sentiero si fa nuovamente impegnativo, prosciugando le poche forze rimaste nelle gambe. Raggiunto il comprensorio sciistico della malga di Tarres, la strada ghiaiosa procede ancora tortuosa e ripida sino alla malga. Si ritorna percorrendo la strada che scende dal comprensorio sciistico a valle, non si tratta di una strada chiusa al traffico, si raccomanda quindi la massima prudenza. Giunti alla stazione a valle, raggiungiamo la località Tarres su una pista per slittini. Inizia quindi la discesa mozzafiato su strada asfaltata, che ci riporta al nostro punto di partenza. Passo Tarres Il Passo Tarres è tappa di molti Tour Transalp. Dalla malga di Tarres ci vogliono ancora 600 m di dislivello per raggiungere il Passo Tarres, che si valica portando la bici in spalla in parecchi tratti.

Castello di Annaberg - Coste di Annaberg

Dislivello 600 m
Tempo di percorrenza 1:30 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Coldrano - Vezzano - Castello di Annaberg - Coldrano
Mesi delle escursioni
gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, dicembre
Info
Strada asfaltata, larga strada forestale, trail di media difficoltà dalle Coste di Annaberg a Coldrano
CartinaCartina del percorso

Il percorso parte dall´incrocio con la pista ciclabile della Val Venosta nella piazza di Coldrano in direzione nord, attraversando l´Adige. Dopo il sottopassaggio a sinistra, seguendo il cartello "Schließstand", si attraversa il Rio Valler e la zona di Vezzano. Sopra Vezzano, la strada asfaltata procede tortuosamente e ripidamente per un tratto fino al Fallerhof, sopra Coldrano. Da qui inizia un largo sentiero forestale che ci porterà fino ai tesori del castello di Coldrano. Raggiungiamo il castello di Annaberg da un sentiero privato, percorrendo gli ultimi 200 m in ripida salita. Superato il castello, all´incrocio prendiamo a destra e attraversiamo il rio Tiss. Incontriamo quindi una salita di ca. 500 m, finché non si arriva ad un bivio, da cui un sentiero ripido conduce alle Coste di Annaberg. Un sentiero di media difficoltà tecnica riporta al ponte sospeso e fino al castello di Coldrano. Attraversando il paese si ritorna all´inizio del percorso, in prossimità della pista ciclabile. Varianti: Chi non ama i trail, può ritornare percorrendo l´itinerario dell´andata al contrario. Una versione ridotta dell´itinerario, passando per un trail, conduce direttamente dai tesori del castello di Annaberg giù al ponte sospeso

Cava di marmo di Covelano

Dislivello 1450 m
Tempo di percorrenza 4:00 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Covelano - Tarnell - Strada della Cava di Marmo - Cava di Marmo - Alma di Covelano - Kohlplatz - Alma di Weiskaser - Nördersberg - Lasa
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Info
In salita, su strade asfaltate o ricoperte di marmo, in discesa con alcuni tratti di singletrail. Il breve tratto da Kohlplatz alla malga di Weiskaser è un percorso amato dagli escursionisti, rispettate le regole della bicicletta.
CartinaCartina del percorso

Il tour inizia a Lasa, all´ingresso della Lassertal (873m.). All´uscita dal paese, giriamo a destra sul ponte verso Tarnell. Sopra al villaggio, seguiamo una stradina in mezzo ai boschi sino all´incrocio con la strada della cava di marmo, il collegamento tra la cava di Covelano e la cava di Lasa. Lungo questo percorso, venivano trasportati i pensati blocchi di marmo. Dopo la "Knappenhaus" (casa dei minatori) si raggiunge la cava, attualmente chiusa, a 2.150 metri. In discesa, seguiamo la stessa strada fino all´ultima curva sotto la cava, qui un sentiero conduce alla malga di Covelano (1827). Si continua a scendere per un ripido sentiero in mezzo al bosco fino a Kohlplatz (1682). Proseguiamo verso destra, seguendo il sentiero in mezzo al bosco che sale fino a sbucare in una valle. Dopo circa 700 metri, il sentiero attraversa due piccoli ruscelli di montagna prima di raggiungere la malga di Weiskaser. Sotto alla malga, un sentiero in discesa nel bosco porta a Wiebenhof e poi all´incrocio Zubringerstraße -Außernördersberg. Sulla pista per slittini, raggiungiamo Covelano. Per tornare al punto di partenza, a Lasa, percorriamo la Via Claudia Augusta.

Malga Resia - Plamort

Dislivello 1680 m
Tempo di percorrenza 4:30 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Resia - Alpe di Resia - Strada militare- Lago Verde - Nauders - Kastelalpe - Plamort - Sbarramenti anticarro - Resia
Mesi delle escursioni
giugno, luglio, agosto, settembre
Info
Due volte in salita e due volte in discesa, tecnicamente il percorso, a parte un passaggio difficoltoso di appena 100 metri in cui si deve spingere la bici, è un pezzo forte per i ciclisti allenati sui sentieri. Si attraversa due volte il confine A/I, è quindi necessario tenere i documenti a portata di mano.

Questo tour dei confini inizia direttamente a Resia all´incrocio della pista ciclabile presso la malga e ci porta prima in direzione occidentale costeggiando il lago fino alla stazione a valle della funivia di Belpiano. Salendo leggermente sulla strada asfaltata seguiamo sempre i cartelli verso Roia. Dopo una breve discesa all´inizio della Val Roia, svoltiamo verso l´Alpe di Resia. La strada militare ghiaiosa sale lievemente. Attraversando i campi in fiore e lo splendido bosco di conifere, possiamo ammirare il meraviglioso Lago di Resia e le Alpi Venoste di fronte a noi. Dopo 550 metri di dislivello, raggiungiamo l´Alpe di Resia a 2.020 metri. Qui ci rifocilliamo prima di procedere fino al confine. Passando accanto a vecchie caserme oltrepassiamo il confine e seguiamo sempre le indicazioni "Grünsee". Piacevoli sentieri interrotti da un unico breve passaggio difficoltoso. Superiamo il lago di montagna e proseguiamo su facili sentieri in discesa fino alla strada che appena sotto la stazione a monte di Kastelalpe sbocca sulla strada statale. Superiamo la stazione a monte e seguiamo per un pezzo la Via Claudia Augusta. Ai piedi della montagna giriamo a sinistra e proseguiamo ora in salita sulla strada ghiaiosa che si snoda a zig zag sotto la funivia fino a Kastelalpe. Qui svoltiamo a destra e proseguiamo in direzione sud verso Plamort. L´ultimo chilometro prima del confine è su un piacevole sentiero da cui si scorgono ancora sbarramenti anticarro e che ci porta fino a Plamort. Qui e là si vedono ancora bunker, trincee e altri testimoni del tempo della guerra mondiale. Arrivati a Plamort si apre la vista panoramica sul Gruppo dell´Ortles, sotto di noi c´è il Lago di Resia verde smeraldo e il Lago di San Valentino, sembra quasi di essere sul lago di Garda, almeno nei caldi giorni estivi. La discesa sulla strada militare verso Resia termina con un sentiero che ci porta direttamente al Gasthof Eden. Dopo una breve sosta ci aspetta il sottopassaggio e il ritorno al punto di partenza.

Töbrunn

Dislivello 1100 m
Tempo di percorrenza 2:30 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Laces - Coste di Magrin - Töbrunn - Laces
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Info
In salita su strade forestali chiuse al traffico, si scende a valle dalla malga di Tarres. La discesa avviene su strade non chiuse al traffico, si raccomanda di fare attenzione al traffico proveniente dal senso opposto.
CartinaCartina del percorso

L´itinerario ha inizio all´incrocio con la pista ciclabile a Laces e passa davanti al palazzo del ghiaccio di Laces e al Latscherhof fino alla birreria. Sopra la birreria, il sentiero forestale ci conduce alle coste di Magrin e poi oltre, arrivando fino a Töbrunn, lungo la strada forestale chiusa al traffico. La salita è facile all´inizio, una volta raggiunti i 1.200 m circa, il percorso forestale diventa più impegnativo, poco prima del traguardo, posto a 1.700 m, la pendenza si appiana nuovamente. Dopo una pausa a Töbrunn riprendiamo a pedalare in direzione della malga di Laces, al primo incrocio teniamo la sinistra, arrivando così alla discesa del comprensorio sciistico. Alla stazione a valle della seggiovia si segue a sinistra un vecchio sentiero fino a Tarres e si raggiunge poi la strada asfaltata che ci riporta sfreccianti in discesa verso il nostro punto di partenza.

Malga di Naturno - Monte S. Vigilio (Transalp Tour 2002)

Dislivello 1540 m
Tempo di percorrenza 4:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Naturno - Malga di Naturno - Monte S. Vigilio - Rio Lagundo - Naturno
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Strada asfaltata, sentieri forestali, trail
CartinaCartina del percorso

Partendo dal campo sportivo di Naturno, una strada asfaltata ci conduce sul Nördersberg costeggiando masi fino a giungere al parcheggio posto ad un´altitudine di 1.600 m. Qui inizia la strada forestale chiusa al traffico, che arriva fino alla malga di Naturno. Dopo una sosta si segue il sentiero 9a, che svolta a destra proprio dietro la malga. (Attenzione, si sconsiglia il sentiero 30). Dopo una breve salita, un´antica carrareccia ci conduce lungo l´altopiano fino all´incrocio con il sentiero 9. Fino a Monte S. Vigilio si resta su questo sentiero. Scendendo verso Rio Lagundo si imbocca il sentiero 28, oppure si prende più tardi il sentiero forestale in direzione Rio Lagundo. Da qui, una strada asfaltata arriva fino a Tel e seguendo la pista ciclabile si ritorna a Naturno. È prevista anche la variante Monte S. Vigilio - Laghetto Pozza Nera e Val d´Ultimo.

St.Maria - Val Mora - Livigno

Dislivello 1350 m
Tempo di percorrenza 5:00 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Santa Maria - Val Mora - Livigno
Mesi delle escursioni
giugno, luglio, agosto, settembre
Info
Un´esperienza in bicicletta di tipo particolare è quella che si sperimenta nella Val Mora, una valle splendida con un panorama unico e da non perdere! Sentieri percorribili in bicicletta, stradine in mezzo ai boschi, altopiani...

Dalla vicina Santa Maria (CH) iniziamo questo splendido tour che ci porterà fino a Livigno! Il circuito attraversa l´incomparabile e incontaminata Val Mora. Percorriamo i primi 800 metri di dislivello su una strada ghiaiosa (che volendo si può percorrere con un bus navetta ...). Da Radond si prosegue in leggera discesa sull´ampia strada ghiaiosa dell´alta valle fino a superare il sentiero, anch´esso in leggera discesa e per nulla difficoltoso, che porta al passo Val Mora e al Lago San Giacomo di Fraele. Dopo un breve tratto pianeggiante che costeggia il meraviglioso lago turchese, segue l´ultima salita fino al Passo Alpisella, gli ultimi 350 metri di dislivello sulla strada ghiaiosa non presentano più nessuna difficoltà. Un´avventura in bicicletta che non dimenticherete!

Lasa - Sonnenberg - Silandro

Dislivello 1060 m
Tempo di percorrenza 3:30 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Lasa - Allitz - Sonnenberg - Madatschhof - Silandro
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre
Info
Salite impegnative, discesa su strada asfaltata
CartinaCartina del percorso

Percorriamo la pista ciclabile fino a Lasa, da qui il percorso si svolge su una strada in mezzo ai boschi e affronta un passaggio impegnativo sulle Coste di Lasa verso la Tanaser Straße. Lungo la Tanaser Straße, il percorso porta fino a Kirchhof. Prosegue leggermente in discesa in direzione Allitz e poi su una strada ghiaiosa fino a Madatschhof (sentiero n° 15A) ai villaggi sopra a Corces/Silandro. Sulla strada asfaltata, si ritorna a Silandro e da qui a Lasa sulla pista ciclabile.

Castelbello - San Martino al Monte

Dislivello 1266 m
Tempo di percorrenza 3:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Castelbello - San Martino - Coldrano - Castelbello
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre
Info
In salita su strada asfaltata, in discesa con varie opzioni per diversi livelli di difficoltà
CartinaCartina del percorso

La strada asfaltata inizia subito con una certa ripidezza, passando davanti a castagneti fino al maso di Köstenplon. A partire da questo punto la strada si spiana e costeggia i gruppi di masi di Trumsberg. Già ad un´altezza di 1.000 m sul livello del mare si gode di un´incantevole vista panoramica che spazia sino al gruppo del Tessa a Merano e nella Val Martello posta di fronte. Ma il panorama più bello in assoluto lo si gode dalla terrazza del bar della funivia, davanti a cui si dispiega la regione dei ghiacciai della Val Martello. Chi ancora non si accontenta, può arrivare fino ai masi di Egg, durante il tragitto si trovano alcune osterie tipiche che servono eccellenti piatti della tradizione contadina. Al ritorno, l´itinerario ripercorre lo stesso sentiero dell´andata fino alla deviazione in direzione dei masi di Ratschill, continuando verso Annaberg su un sentiero forestale ampliato relativamente bene. Da Annaberg percorriamo un trail impegnativo fino al ponte sospeso e poi ritorniamo verso Tiss/Coldrano, passando davanti al castello di Coldrano e seguendo la pista ciclabile fino a Castelbello.

Slingia - Gola Uina - Val Uina - Scarl

Dislivello 2500 m
Tempo di percorrenza 7:00 h
Grado di difficoltà Molto difficile
Percorso
Slingia - Passo Slingia - Gola Uina - Val Uina - Scuol - Scarl - Malga Astras - Lugo - Burgusio
Mesi delle escursioni
giugno, luglio, agosto, settembre
Info
In gran parte piste facilmente percorribili e sentieri in mezzo ai boschi, passaggi da sogno nelle Gole della Val d´Uina

A Burgusio inizia l´avventura delle Gole della Val d´Uina. Passando accanto all´abbazia di Marienberg, la strada asfaltata ci porta fino a Slingia. Lungo le piste per lo sci di fondo, superiamo la Malga di Fuori e la Malga di Dentro. Ora si deve spingere per circa 200 metri di dislivello. Dopo avere superato la fine della valle, si prosegue su una mulattiera fino al rifugio Sesvenna a 2.256 metri. Dopo una breve sosta, si prosegue in piano fino al Passo Slingia. Dopo avere oltrepassato il confine I/CH si scende nelle Gole della Val d´Uina, attraverso sentieri molto facili. Non sopravvalutate le vostre capacità, qui gli errori non perdonano. Dopo avere passato la gola, si apre la Val Uina fino all´Engadina. Costeggiando l´Inn, si prosegue su una pista ciclabile fino a Scuol. Qui una scappata al Bikepark è un must per gli amanti della discesa. Da Scuol, una strada a curve porta fino a 1600 metri. Fino a Scarl ci vuole ancora qualche chilometro, ma solo 200 metri di altezza. Da Scarl si prosegue attraversando diversi alpeggi svizzeri, fino ad Astras Alm. Proseguendo su sentieri, si raggiungono ancora una volta i 2.200 metri di altezza, prima di proseguire verso Lugo nella Valle Monastero. Si torna in Italia e passando da Laudes, Clusio si raggiunge il punto di partenza.

Tour delle Coste di Lasa

Dislivello 683 m
Tempo di percorrenza 2:30 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Laces - Covelano - Lasa - Eyrs - Cengles - Eyrs - Sonnenberg - Lasa - Coste di Lasa - Alitz - Corces - Covelano - Laces
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre
Info
Asfalto, ghiaia, parte su sentiero corto e semplice con alcuni brevi passaggi da percorrere a piedi. Sul sentiero, gli escursionisti a piedi hanno sempre la precedenza. In particolare in primavera e in autunno, ci si può godere appieno il sole sul Sonnenberg, nei mesi estivi ci sono numerosi percorsi alternativi sul Nördersberg.
CartinaCartina del percorso

Seguiamo la strada ciclabile nell´Alta Val Venosta fino a Eyrs. All´altezza del ponte sull´Adige, lasciamo la pista ciclabile sulla strada provinciale Eyrs - Cengles ed entriamo nel paese di Eyrs. Proseguiamo nel centro di Eyrs e poi in direzione Sonnenberg sulla strada statale. Sopra a questa località un percorso panoramico porta da Eyrs a Lasa. Dopo circa 1,5 km, svoltiamo a sinistra in un ampio sentiero nei boschi , che porta fino alle Coste di Lasa. Il panorama sulla Val Venosta è incomparabile. Percorrendo un sentiero, raggiungiamo la Tanaser Straße e proseguiamo fino a Allitz. Da qui si può proseguire per Lasa oppure aggiungere il tratto Allitz/ Corces fino a raggiungere la strada ciclabile nei pressi di Covelano. Sulla strada del ritorno, si percorre la Via Claudia Augusta, certamente il più bel tratto del percorso, fino a Lasa.

Giro di Laces

Dislivello 550 m
Tempo di percorrenza 2:00 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Laces - Coldrano - Vezzano - Morter - Laces
Mesi delle escursioni
febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre
Info
Strada asfaltata, ghiaia, alcuni trail, gli ultimi si possono comunque evitare.
CartinaCartina del percorso

Boschi ombrosi sul Nördersberg, strade forestali chiuse al traffico, brevi trail singoli, verdi prati nella conca della valle e pendii soleggiati sul Sonnenberg. Questo giro si rivela in soli 20 km davvero molto variegato, ricchezza che si trova solo in Val Venosta. Partendo da Laces, il percorso, superando Tiss sul Sonnenberg, ci porta in direzione di Coldrano, passando davanti alla "Bildungshaus" (Casa di Formazione e Cultura) del castello di Coldrano. Costeggiando il laghetto di Tschanderle si attraversa per un breve tratto il Rio Valler. Il percorso ci riporta a Coldrano passando per la località di Vezzano e poi continua attraverso i frutteti in direzione Holzbrugg. Costeggiando il Nördersberg e percorrendo una strada forestale e successivamente un singletrail, si arriva al Wetterkreuz, sopra Morter. Attraversando Morter si prosegue per un tratto all´interno della Val Martello fino all´incrocio del Castello Montani. Anche la TransAlp è passata di qui nel 2002 lungo il Waalweg (sentiero che costeggia le antiche rogge di irrigazione) fino alle coste di Magrin. Una capatina al percorso della Südtirol Cup ci porta al palazzo del ghiaccio. Ritornando sul nostro itinerario, si attraversa la zona ricreativa di Laces, prima di raggiungere il nostro punto di partenza.

Tour Sonnenberg di Tanas

Dislivello 960 m
Tempo di percorrenza 2:40 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Laces - Lasa - Alitz - Tanas - Sluderno - Glorenza - Prato - Cengles - Lasa - Silandro - Laces
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre
Info
Tutta strada asfaltata
CartinaCartina del percorso

Seguiamo la strada ciclabile fino a Lasa, da qui la strada asfaltata, all´inizio ripida, porta fino ad Alitz. Da Alitz, il percorso porta a Tanas, leggermente in salita. Dopo una sosta al Gasthof Paflur, il tour prosegue verso Sluderno, dove per chi ama la cultura vale la pena fare una deviazione fino al castello Churburg. La strada ciclabile segnalata porta a Glorenza, Prato, Cengles e poi di nuovo a Lasa o Silandro. La strada per Tanas è tutta asfaltata e quindi adatta anche alle biciclette da corsa. In questo caso, però, durante il ritorno, chi usa la bici da corsa dovrà spesso ripiegare sulla strada principale che attraversa la Val Venosta.

Kreuzjöchl - Val Martello

Dislivello 1480 m
Tempo di percorrenza 4:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Coldrano - Covelano - Haslhof - Coldrano
Mesi delle escursioni
giugno, luglio, agosto, settembre
Info
In salita trail selettivi, discese a serpentina verso la Val Martello
CartinaCartina del percorso

Passando da Covelano, il percorso ci conduce sulla strada asfaltata in direzione Haslhof. Una breve sosta e si riparte, passando davanti alla malga di Weiskaser fino ai Lockn. Dopo questa breve ma ripida salita, un bel sentiero forestale procede tortuosamente fino a raggiungere 1.840 m. Da qui, un sentiero ripido ci porta al Kreuzjöchl, dove in alcuni tratti bisogna procedere a piedi, portando la bicicletta a spinta. Un sentiero scende poi ripido verso la Val Martello. Percorriamo la Marteller Straße giungendo a Coldrano e poi ritorniamo a Covelano sulla pista ciclabile.

Val Martello - Rifugio Nino Corsi

Dislivello 1753 m
Tempo di percorrenza 4:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Coldrano - Morter - Martello - Rifugio Nino Corsi - Coldrano
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Info
Strada asfaltata, ghiaia, impegnativa l´ultima salita fino al rifugio
CartinaCartina del percorso

Questo percorso inizia da Coldrano, costeggia Morter e sale poi abbastanza ripido fino al laghetto di Ganda. Dopo la breve discesa fino al centro sportivo di Trattla, la strada ritorna ad essere pianeggiante sino al Martellerhof. Da qui il percorso pianeggiante si alterna a salite fino ai ristoranti Hölderle e Waldheim. Se serve una piccola pausa per riprendere il fiato, qui siete nel posto giusto. Il circuito prosegue poi in direzione della diga di sbarramento posta a 1.843 m. Mentre si costeggia il bacino idrico, si possono raccogliere le energie per l´ultima parte del percorso caratterizzata da un certo dislivello, fino a raggiungere il parcheggio dell´albergo Schönblick. Dopo essersi rifocillati, si può proseguire in direzione del Rifugio Nino Corsi o verso il Rifugio Lifialm. Tuttavia, da questo punto in poi non ci sono più strade asfaltate. Il circuito è ideale anche per bici da corsa e bici da trekking. Chi è in mountain bike può proseguire in salita fino al Rifugio Nino Corsi, altitudine 2.257 m.

Stava - Passo Gelato

Dislivello 2600 m
Tempo di percorrenza 7:15 h
Grado di difficoltà Molto difficile
Percorso
Stava - Val Senales - Val di Fosse - Maso Eishöfe - Passo Gelato - Rifugio Petrarca all´Altissima - S. Leonardo - Merano - Naturno
Mesi delle escursioni
luglio, agosto, settembre
Info
Strada asfaltata, ghiaia, trail impegnativi

Il Passo Gelato è una vera e propria sfida. Per alcuni la sfida consiste nel salire fino al passo senza fare alcuna sosta, per altri tagliare il traguardo del Passo Gelato è già un obiettivo di vita. Questo circuito si può tranquillamente effettuare in 2 giorni, per consentire a chi vi partecipa di godersi il mondo alpino nel parco naturale del gruppo del Tessa. Il circuito ha inizio a Stava / Naturno e conduce in Val Senales su strada asfaltata. Svoltando a destra, la strada porta in Val di Fosse fino ai masi Vorderkaser. A partire da questo punto si snoda un sentiero forestale che costeggia Mitterkaser fino a raggiungere Eishof. Dopo una sosta o un pernottamento, si prosegue su una carrareccia fino alla fine della valle. Da questo punto, parte un sentiero ripido e sassoso con una pendenza sempre maggiore, che arriva fin sotto il Passo Gelato. Proprio dietro al passo si trova il Rifugio Petrarca all´Altissima. La discesa in direzione Plan è impegnativa dal punto di vista tecnico e disseminata di pietrame. Dalla malga di Lazins si snoda un sentiero forestale che arriva fino a Plan. Percorrendo una strada asfaltata si raggiunge S. Leonardo in Val Passiria. Seguendo la pista ciclabile di Passiria si giunge a Merano, centro termale, che merita sicuramente di essere visitata. Si ritorna a Naturno passando per Lagundo e imboccando la pista ciclabile dopo Tel.

La pista ciclabile "facile" attraverso la Val Venosta

Dislivello 100 m
Tempo di percorrenza 6:00 h
Grado di difficoltà Molto facile
Percorso
Merano - Resia
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
1.300 metri di dislivello, percorrendo la rinomata pista ciclabile Via Claudia Augusta: un´esperienza unica per ciclisti dai 12 anni in su. Strade asfaltate o piste ciclabili ottimamente predisposte

Il non plus ultra, bellissima, un incanto. È il commento che si sente sulla bocca di tutti i biker senza distinzione d´età, persino i partecipanti alla Transalp 2002 hanno apprezzato molto questa pista ciclabile. Da Resia, a parte brevi tratti in salita, si viaggia sempre in discesa oppure su tratti pianeggianti. Questo circuito è caratterizzato da una grande varietà paesaggistica: si attraversano boschi ombreggiati, prati immensi, paesi e città (Glorenza), costeggiando le coltivazioni di mele fino a giungere alla cittadina termale di Merano. Chi prosegue da Merano a Resia avrà sicuramente più tempo a disposizione per ammirare le bellezze della Val Venosta, per gli altri invece questo circuito si conclude quasi troppo velocemente.

Ciardes - Malga di Schweinsstall Giro sul Nördersberg

Dislivello 1400 m
Tempo di percorrenza 4:00 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Ciardes - Tomberg - Malga di Schweinsstall - Malga di Marzon - Tarres - Laces - Ciardes
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Bei sentieri forestali e un tratto di trail tecnicamente difficile per raggiungere la Malga di Marzon.
CartinaCartina del percorso

Partendo da Ciardes, si raggiunge velocemente la strada asfaltata Tomberger Straße. Costeggiando i masi, a 1.300 m di altezza si imbocca un sentiero forestale che conduce sino alla Malga di Schweinsstall. Chi non ha paura di portare la bici in spalla per alcune centinaia di metri e di attraversare un ruscello, può proseguire in discesa per un sentiero forestale in direzione Malga di Marzon. Dopo una sosta, il circuito prosegue passando per i masi di Montefranco in direzione Tarres / Laces. Si ritorna al punto di partenza a Ciardes percorrendo la pista ciclabile della Val Venosta.

Passo Madriccio, il più alto transito transalpino

Dislivello 2500 m
Tempo di percorrenza 7:00 h
Grado di difficoltà Molto difficile
Percorso
Prato - Passo Madriccio - Rifugio Nino Corsi - Coldrano
Mesi delle escursioni
luglio, agosto, settembre
Info
Itinerario estremamente impegnativo dal punto di vista tecnico, con vari tratti in cui è necessario portare la bici a spinta o in spalla.

Il circuito ha origine a Prato, sul classico percorso del Passo dello Stelvio. A Gomagoi si svolta in direzione Solda. Molti ciclisti sfruttano da questo punto la funivia che conduce al Rifugio Città di Milano. Qui si costeggia la pista da sci fino al Rifugio Madriccio. Sugli ultimi metri di dislivello prima di raggiungere il Passo Madriccio si trova spesso neve, anche in estate: è quindi necessario avere un passo sicuro ed essere in buona forma fisica. Una volta raggiunto il passo, ci si lascia alle spalle l´Ortles e il Gran Zebrù per imboccare la bella Val Martello e scendere fino al Rifugio Nino Corsi. Dal parcheggio alla fine della valle parte una strada asfaltata che ci riporta in discesa fino a Coldrano.

Tour delle Malghe di Castelbello

Dislivello 1400 m
Tempo di percorrenza 3:00 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Castelbello - Montefranco - pascolo di Montefranco - Malga di Marzon - Tarres
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Un breve trail dalla Malga di Montefranco, per il resto tratti asfaltati e sentieri forestali.
CartinaCartina del percorso

Il percorso ha inizio a Castelbello, all´incrocio con la pista ciclabile in prossimità della "Gstirnerkeller". Si sale subito ripidamente su strada asfaltata, costeggiando il laghetto di Latschinig. Il tratto asfaltato ricco di curve conduce a Montefranco. Subito sopra il paese si abbandona la strada asfaltata per imboccare un sentiero forestale chiuso al traffico, fino al pascolo di Montefranco. Un breve trail (sentiero A) porta dalla malga fino alla segheria, un parcheggio davanti alla Malga di Marzon. La facile salita alla Malga di Marzon coincide con il nostro traguardo. Si ritorna passando per Tarres, che raggiungiamo da un sentiero forestale. Costeggiando i prati ritorniamo a Tarres.

Naturns - Naturnser Alm

Dislivello 1500 m
Tempo di percorrenza 3:00 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Naturno - Malga di Naturno - Naturno
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Info
Strada asfaltata e sentieri di ghiaia
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti posto sopra il centro di Naturno, percorrendo la Bahnhofstraße (strada della stazione) fino ai campi sportivi ubicati a sud di Naturno. Qui sul Nörderberg inizia subito la salita su strada asfaltata, passando davanti a vari masi. All´ombra del fitto bosco la strada si inerpica tortuosa fino ad un parcheggio a 1.600 m. A partire da questo punto, la strada è chiusa al traffico e si raggiunge velocemente la malga di Naturno, che si trova ad un´altitudine di 1.922 m. Si ritorna a Naturno percorrendo lo stesso sentiero in senso opposto.

Martello Stallwies

Dislivello 1235 m
Tempo di percorrenza 3:30 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Coldrano - Martello Paese - Stallwies - Martello Paese - Coldrano
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Info
Strada asfaltata fino a Stallwies, il granaio più alto d´Europa

Il circuito ha origine a Coldrano, si percorre la strada provinciale asfaltata fino a Ganda, in Val Martello. Da lì la strada svolta a destra e ci porta nel paese principale della Val Martello, da cui si prosegue salendo ripidamente verso Waldberg, finché la strada non termina a Stallwies. Si ritorna percorrendo lo stesso itinerario.

Naturno - Rio Lagundo

Dislivello 1212 m
Tempo di percorrenza 3:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Naturno - Rio Lagundo - Brand - Partscheilberg - Naturno
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Strada asfaltata, sentiero forestale, trail di 3,5 km (tecnicamente impegnativo, ci possono essere dei tratti in cui occorre portare la bici a spinta)
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti di Naturno arrivando fino alla pista ciclabile che costeggia l´argine dell´Adige, si percorre poi la pista ciclabile scendendo a valle fino a Tel. Da qui si imbocca la Höfestraße in direzione Rio Lagundo (cartello, circa 7 km), alla chiesina a Rio Lagundo si svolta a destra per il sentiero forestale n° 16, dopo circa 3 km inizia un singletrail di circa 2 km fino al maso di Feichthof sopra Plaus. Si percorre da qui una discesa di circa 1 km su strada asfaltata e poi, dopo il Brunnerhof, si svolta subito a sinistra verso Brand, percorso n° 16. Il breve raccordo che collega al sentiero forestale è tecnicamente impegnativo, ma un ciclista in forma lo può percorrere senza fermarsi. Da Brand si imbocca un sentiero forestale con una breve salita fino alla strada asfaltata, che poi scende in direzione Naturno.

Naturno - Hochforch

Dislivello 1037 m
Tempo di percorrenza 3:00 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno - Hochforch
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, settembre, ottobre, novembre
Info
Strada asfaltata 80%, sentiero forestale 20% - Tutto il percorso è esposto al sole e si gode di una stupenda vista su Merano.
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti di Naturno, si passa davanti a Castel Naturno restando sempre sulla strada del Sonnenberg dotata di segnaletica fino a raggiungere il maso di Hochforch Hof (piccola trattoria); all´inizio (4 km) vi è una discreta pendenza fino al ponte, poi la strada ridiventa pianeggiante fino ad un´altitudine di 1548 m.

Naturno - Platterhof

Dislivello 700 m
Tempo di percorrenza 3:00 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno - Platterhof - Naturno
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre
Info
Strada asfaltata attraverso il bosco, un piccolo tratto di sentiero sterrato
CartinaCartina del percorso

Partendo dal monumento ai caduti si percorre la Bahnhofsstraße, passando davanti al campo sportivo. Seguiamo poi la strada in direzione Malga di Naturno. Dopo vari tornanti e stupendi scorci panoramici tagliamo finalmente il nostro traguardo, che ci aspetta a circa 1.200 m di altitudine, il Platterhof sul Nörderberg di Naturno!

Naturno - Val Senales - Maso Dickhof

Dislivello 1200 m
Tempo di percorrenza 3:30 h
Grado di difficoltà Difficile
Percorso
Naturno - Val Senales - Maso Dickhof - Linthof - Naturno
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Strada asfaltata, singletrail (1,5 km). Un circuito impegnativo che fa parte della Maratona alpina Ötzi.
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti di Naturno, all´incrocio con la strada statale si prende in direzione Passo Resia fino all´incrocio con la Val Senales (hotel Schnalserhof). Si procede su strada asfaltata e ci si addentra in Val Senales, si svolta a destra 5,2 km dopo la località Altrateis in direzione Fuchsberg. Un sentiero asfaltato si snoda tortuoso tra i masi, raggiungendo quello più alto (Dickhof). Qui si gode di una vista maestosa che si apre sulla valle fino a Castel Juval, Similan e Weisskugel (Palla Bianca). Dal Dickhof inizia subito il singletrail, che scende per circa 1,5 km in direzione Lint-Hof, da dove la strada asfaltata ci riconduce fino a Naturno.

Naturno - Schnatzhof

Dislivello 1010 m
Tempo di percorrenza 2:30 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno - Schnatzhof - Naturno
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre
Info
Strada asfaltata, meravigliosi scorci panoramici
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti di Naturno e si segue la Sonnenbergstraße, che sale ripida. Stretta svolta a sinistra in direzione Schnatzhof 3 km prima del ponte, si segue la strada fino al Rofen Hof, dopodiché si svolta subito a destra, continuando a salire fino alla piccola trattoria Grubhof, dove mancano solo 2 km per tagliare il traguardo di Schnatzhof.

Naturno - Schwarzplatz

Dislivello 200 m
Tempo di percorrenza 1:50 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno - Schwarzplatz - Waldschenke - Naturno
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre
Info
Principalmente strade alpine asfaltate e strade consortili, un breve tratto di stretto sentiero ghiaioso
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti, si percorre la Bahnhofsstraße (strada della stazione) fino ai campi sportivi a sud della località. Da qui imbocchiamo la Höfestraße, una ripida strada asfaltata che ci porta in mezz´ora su fino ai Masi Platzer (774 m - piccola trattoria), dove ci fermiamo per una sosta. Ben riposati rimontiamo in sella per scendere su sentieri in mezzo a prati e boschi, fino a raggiungere la trattoria Waldschenke. Da lì si prosegue in mezzo a frutteti e su strade consortili fino a Cirlano (585 m) e Compaccio, per fare poi ritorno a Naturno.

Naturno - Plaus - Tablà

Dislivello 100 m
Tempo di percorrenza 1:50 h
Grado di difficoltà Molto facile
Percorso
Naturno - Tablà - Dornsberg - Rablà - pista ciclabile
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre
Info
Strade consortili, pista ciclabile asfaltata, stupendi scorci panoramici
CartinaCartina del percorso

Partendo dal monumento ai caduti, passiamo davanti alla chiesa parrocchiale, attraversiamo la frazione di Compaccio, i frutteti e poi iniziamo a salire verso Tablà. Da qui imbocchiamo le strade consortili in direzione Cirlano e attraversiamo i frutteti per raggiungere Dornsberg e Plaus. Si arriva presto a Rablà e, seguendo la pista ciclabile che costeggia l´Adige, si ritorna a Naturno.

Naturno - Merano

Dislivello 300 m
Tempo di percorrenza 2:50 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno - pista ciclabile - Tel - Lagundo - Merano - Naturno
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, settembre, ottobre, novembre
Info
Pista ciclabile asfaltata, interessante paesaggio antropizzato
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti percorrendo la Bahnhofstraße (strada della stazione) alla volta della pista ciclabile che costeggia l´argine dell´Adige. Seguiamo la pista ciclabile scendendo verso Tel. Lì attraversiamo la strada statale e seguiamo la pista ciclabile in direzione Lagundo fino a Merano (250 m). Il ritorno avviene sullo stesso percorso.

Naturno - Ciardes - Tablà - Rablà

Dislivello 271 m
Tempo di percorrenza 1:30 h
Grado di difficoltà Molto facile
Percorso
Naturno - Ciardes - Tomberg - Tablà - Plaus - Rablà - pista ciclabile - Naturno
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, settembre, ottobre, novembre
Info
Principalmente strade asfaltate, da Tomberg a Tablà larga strada forestale
CartinaCartina del percorso

Si parte dal monumento ai caduti di Naturno, si imbocca la pista ciclabile che costeggia l´Adige e poi si sale fino a Ciardes; all´incrocio con l´Hotel Winkler si svolta a sinistra in direzione Tomberg. Breve salita con 3 tornanti a circa 971 m di altitudine. Si prende a sinistra la strada forestale per scendere in direzione Tablà. Da Tablà a Rablà si costeggiano le aziende frutticole sempre su strade asfaltate, passando Castel Dornsberg e la località di Plaus, fino a Rablà. Si ritorna al punto di partenza percorrendo la pista ciclabile lungo l´Adige.

Naturno - Rablà - Tel

Dislivello 80 m
Tempo di percorrenza 2:00 h
Grado di difficoltà Molto facile
Percorso
Naturno - Rablà - Tel - Naturno attraverso i frutteti
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre
Info
Principalmente strade asfaltate attraverso i frutteti, pista ciclabile, un breve tratto di sentiero ghiaioso in mezzo al bosco
CartinaCartina del percorso

Si parte da Naturno nel fondovalle meridionale, attraversando i frutteti e passando Castel Dornsberg, fino a Rablà. Qui seguiamo un sentiero ombreggiato in mezzo al bosco con una leggera salita, fino a raggiungere la località di Bad Edgar (Ristorante Onkel Taa), presso Tel. Sulla via del ritorno percorriamo la pista ciclabile fino al vivaio di Rablà. Ci rifocilliamo vicino a questo romantico laghetto. Ritorniamo a Naturno seguendo la pista ciclabile che costeggia l´Adige.

Naturno - Lint

Dislivello 1010 m
Tempo di percorrenza 2:50 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno - Lint - Naturno
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre, novembre
Info
Strade di montagna asfaltate, pittoreschi scorci panoramici.
CartinaCartina del percorso

Partendo dal monumento ai caduti percorriamo una ripida strada asfaltata, salendo verso il Sonnenberg. In prossimità del bivio di Rofenhof seguiamo il cartello Linthof. Dopo vari tornanti e stupendi scorci panoramici giungiamo finalmente al nostro ambito traguardo, posto a 1.510 m. Dopo una sosta meritata al Lint-Hof ritorniamo al nostro punto di partenza, ripercorrendo la stessa strada asfaltata in senso opposto.

Itinerario panoramico monte tramontana

Dislivello 850 m
Tempo di percorrenza 3:50 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno (554 m) - Tablà (675 m) - Monte "Tomberg" ( 1.200 m) - Maso "Obermoar Hof" (1.160 m) - Schlums (600 m) - Castelbello (600 m) - Naturno
Mesi delle escursioni
gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, dicembre
Info
Attrazioni: Castello Juval
CartinaCartina del percorso

Si parte dal centro di Naturno seguendo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte sull´Adige che si attraversa, svoltando poi a destra sul Lungoadige. Si percorre quest´ultimo fino al ponte di Cirlano/"Tschirlander Brücke", salendo quindi a sinistra in direzione dell´abitato di Cirlano, attraversato il quale si tiene la destra per Tablà. Giuntivi si scende per un breve tratto, passando dalla Caserma dei Vigili del Fuoco e subito dopo tenendo la sinistra direzione "Schleidertal - Tomberg" (n.d.t.: valle "Schleidertal"- monte "Tomberg"). Salendo costantemente la stradina asfaltata si giunge all´incrocio "Schleidertal-Tomberg", ove si segue la segnaletica per "Tomberg" (strada forestale) per arrivare al successivo incrocio. Da qui si prosegue a sinistra percorrendo una ripida salita fino alla strada asfaltata "Tombergstraße", da cui si continua in salita direzione valle "Zirmtal" fino al bivio per il maso "Obermoar-Hof". Si scende quindi a destra, tenendo per due volte la sinistra, si attraversa il maso "Obermoar-Hof", percorrendo poi il sentiero di prato fino al ponte. Proseguendo sullo stesso sentiero si passa da una mangiatoia per selvaggina e si giunge infine al sentiero nr. 19. La carrareccia ripidissima (con passaggio trail) scende fino alla strada forestale, da qui si prosegue a destra ancora in discesa, percorrendo la strada bianca fino alla zona sportiva "Sportzone Schlums" (Castelbello); seguendo quindi la strada asfaltata si giunge al ponte sull´Adige, si tiene la destra sulla strada consorziale (segnaletica pista ciclabile) che, passando da Ciardes/Tschars e Stava/Staben, ci riporta a Naturno. Itinerario MTB costellato di stupende vedute su fondovalle e monti circostanti, dalla Venosta al Meranese, oltre che su Castel Juval, posto all´ingresso della Val Senales e dimora dello scalatore estremo, Reinhold Messner.

Itinerario Monte Sole in Bassa Venosta

Dislivello 1050 m
Tempo di percorrenza 4:50 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Castelbello/Kastelbell (600 m) - Montetrumes/Trumsberg (1.300 m) - Maso "Ratschillhof" (1.282 m) - Castel di S. Anna/Schloss Annaberg (1.015 m) - Vezzano/Vetzan (708 m) - Coldrano/Goldrain (700 m) - Laces/Latsch (639 m) - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Ristori: Ristoro "Köstenplon", Maso "Platz Mairhof", Maso "Ratschillhof" Attrazioni: Castel Juval, Castel S. Anna, Castello di Castelbello
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, punto di partenza della pista ciclabile sul Lungoadige/Etschdamm. Seguiamo a destra la pista ciclabile fino al ponte di Cirlano/Tschirlander Brücke che attraversiamo, proseguendo subito a destra sulla strada consorziale (segnaletica pista ciclabile) fino a Stava/Staben, percorso dal quale possiamo godere una magnifica veduta su Castel Juval. Giunti a Stava, saliamo a sinistra, dopo 100 m a destra, proseguendo per Ciardes/Tschars; giuntivi, si attraversa il ponte, passando quindi a sinistra dell´albergo "Gasthof Winkler", e si prosegue lungo l´Adige fino a Castelbello. A Castelbello si attraversa la strada principale e si sale costantemente la strada in direzione Montetrumes e S. Martino al Monte/S. Martin am Kofel. Si prosegue sempre sulla strada direzione S. Martino al Monte, toccando alcuni masi di montagna maso "Köstenplonhof", maso "Platz Mairhof". Al bivio per i masi "Ratschillhöfe" si scende per 1,2 km lungo la strada forestale fino quasi al maso "Ratschillhof"; da qui brusca svolta a sinistra scendendo su una ripida carrareccia sassosa direzione Castel di S. Anna/ Schloss Annaberg. Giuntivi, si prosegue sulla strada bianca per Vezzano. Iniziato il tratto di strada asfaltata per Vezzano si prosegue in direzione dell´omonima chiesa, giunti alla quale si svolta a sinistra per Coldrano. A Coldrano sottopassiamo la strada statale, oltrepassiamo i binari della ferrovia, imboccando a sinistra la strada per Laces. Attraversiamo il paese di Laces, portandoci nei pressi del globo davanti al parcheggio della Funivia di S. Martino al Monte, dove svoltiamo a destra sulla pista ciclabile che ci riporta a Naturno, passando da Castelbello (magnifica veduta di Castel Castelbello), Ciardes e Stava/Staben. Le piste ciclabili segnalate della Bassa Venosta si snodano spesso lungo le strade consorziali ad uso agricolo, motivo per cui, soprattutto in primavera e nel periodo di raccolta in autunno, si potranno incontrare veicoli a motore.

Il Ponte Sospeso

Dislivello 1000 m
Tempo di percorrenza 4:50 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Castelbello/Kastelbell (600 m) - Montetrumes/Trumsberg (1.300 m) - Maso "Ratschillhof" (1.282 m) - Altopiano "Annabergböden" (1.060 m) - "Ponte sospeso"/Hängebrücke (900 m) - Tis/Tiss (700 m) - Castello di Coldrano/Schloss Goldrain (700 m) - Coldrano/Goldrain (700 m) - Laces/Latsch (639 m) - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Ristori: Ristoro "Köstenplon", Maso "Platz Mairhof", Maso "Ratschillhof" Attrazioni: Castel Juval, Castel S. Anna, Castello di Castelbello
CartinaCartina del percorso

Si parte dal centro abitato di Naturno percorrendo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, da dove si diparte la pista ciclabile lungo l´Adige/Etsch. Teniamo la destra e percorriamo la ciclabile fino al ponte di Cirlano/Tschirlander Brücke, che attraversiamo per svoltare poi subito a destra nella strada consorziale (segnaletica pista ciclabile) fino a Stava/Staben, percorso che offre una magnifica veduta su Castel Juval. Giunti a Stava si sale a sinistra e dopo 100 m si tiene la destra alla volta di Ciardes/Tschars; qui si oltrepassa il ponte, passando quindi sulla sinistra dell´albergo "Winkler" e proseguendo lungo l´Adige fino a Castelbello. Giunti a Castelbello attraversiamo la strada statale e saliamo costantemente la strada direzione Montetrumes e S. Martino al Monte/St. Martin am Kofel. Proseguendo sempre sulla strada direzione S. Martino al Monte si toccano alcuni masi di montagna (maso "Köstenplonhof", maso "Platz Mairhof"). Al bivio per i masi "Ratschillhöfe" si scende per 1,2 km lungo la strada forestale fino quasi al maso "Ratschillhof"; da qui brusca svolta a sinistra scendendo su una ripida carrareccia sassosa fino ad incrociare il sentiero nr. 7 (cartello per l´altopiano "Annabergböden"). Seguiamo il trail fino all´altopiano "Annabergböden" da cui si schiude una stupenda vista panoramica sul circondario dalla Val Venosta alla conca meranese. Da qui si prosegue sul sentiero nr. 5 (trail) fino al "ponte sospeso". Sempre sul trail seguiamo la segnaletica Goldrain-Tiss per il sentiero panoramico che ci porta a Castel Coldrano. Da qui scendiamo nel paese omonimo, sottopassiamo la strada statale, oltrepassiamo i binari della ferrovia, imboccando poi a sinistra la strada che conduce a Laces. Attraversato il paese di Laces, all´altezza del globo presso il parcheggio della Funivia di S. Martino al Monte imbocchiamo a destra la pista ciclabile che ci riporta a Naturno, toccando i paesi di Castelbello (magnifica veduta su Castel Castelbello), Ciardes e Stava. Le piste ciclabili segnalate della Bassa Venosta si snodano spesso lungo le strade consorziali ad uso agricolo, motivo per cui, soprattutto in primavera e nel periodo di raccolta in autunno, si potranno incontrare veicoli a motore.

Di maso in maso sul Monte Tramontana di Naturno

Dislivello 600 m
Tempo di percorrenza 2:50 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Campo Sportivo/Sportplatz (554 m) - Monte Tramontana/Nörderberg - Maso "Steilhof" (986 m) - Maso "Brandhof" (1.050 m) - Monte "Birchberg" (950 m) - Plaus (519 m) - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: vista panoramica, chiesetta presso il maso "Brandhof"
CartinaCartina del percorso

Dal centro di Naturno ci si porta al campo sportivo, percorrendo via Stazione/Bahnhofstraße e attraversando il ponte sull´Adige/Etsch. A questo punto si sale lungo la "Nörderbergstraße" (via che porta al Monte Tramontana), passando da alcuni masi fino al bivio per il maso "Steilhof". Si percorre un breve tratto ripido di salita sulla strada forestale per poi tenere la sinistra e, al bivio, proseguire alla volta del maso "Brandhof" (possibilità di ristoro). Passato il maso "Brandhof" ci si immette sulla strada bianca che conduce sulla via "Birchbergstraße". La strada asfaltata riporta a valle nell´abitato di Plaus, attraversato il quale, si oltrepassano i binari della ferrovia e, percorrendo il Lungoadige/Etschdamm sulla pista ciclabile, ci si riporta al punto di partenza di Naturno. Itinerario percorribile anche in senso contrario.

Sul Monte "Tomberg" (percorso lungo)

Dislivello 600 m
Tempo di percorrenza 2:50 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Ciardes/Tschars (625 m) - Monte "Tomberg" (1.200 m) - Valle "Schleidertal" - Tablà/Tabland (675 m) - Cirlano/Tschirland (585 m) - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Castello Juval
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, punto di partenza della pista ciclabile sul Lungoadige/Etschdamm. Seguiamo a destra la pista ciclabile fino al ponte di Cirlano/Tschirlander Brücke che attraversiamo, proseguendo subito a destra sulla strada consorziale (segnaletica pista ciclabile) fino a Stava/Staben, percorso dal quale possiamo godere una magnifica veduta su Castel Juval. Giunti a Stava, saliamo a sinistra, dopo 100 m a destra, proseguendo per Ciardes. Giuntivi, teniamo la sinistra direzione monte "Tomberg" e dopo un centinaio di metri iniziamo a salire. Seguendo la via "Tombegrstraße" (strada che porta al Monte "Tomberg"), tocchiamo prima il maso "Kühstein" e poi il maso "Radeben", per giungere infine sulla vecchia strada per Tablà. Si prosegue a sinistra scendendo lungo la vecchia strada bianca fino all´incrocio per la valle "Schleidertal", da dove si scende a sinistra alla volta di Tablà, da cui, tenendo la destra, si prosegue alla volta di Cirlano (magnifica vista panoramica). A Cirlano, all´altezza del Ristorante "Tschirlanderhof", proseguiamo a destra in direzione del campo sportivo di Naturno, da dove, percorrendo via Stazione, ci riportiamo nel centro abitato di Naturno.

Sul Monte "TOMBERG" (percorso corto)

Dislivello 500 m
Tempo di percorrenza 2:00 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Ciardes/Tschars (625 m) - Monte "Tomberg" (1.200 m) - Valle "Schleidertal" - Tablà/Tabland (675 m) - Cirlano/Tschirland (585 m) - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Castello Juval
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, punto di partenza della pista ciclabile sul Lungoadige/Etschdamm. Seguiamo a destra la pista ciclabile fino al ponte di Cirlano/Tschirlander Brücke che attraversiamo, proseguendo subito a destra sulla strada consorziale (segnaletica pista ciclabile) fino a Stava/Staben, percorso dal quale possiamo godere una magnifica veduta su Castel Juval. Giunti a Stava, saliamo a sinistra, dopo 100 m a destra, proseguendo per Ciardes. Giuntivi, teniamo la sinistra direzione monte "Tomberg" e dopo un centinaio di metri iniziamo a salire. Seguiamo la via "Tombergstraße" (strada che porta al Monte "Tomberg") fino al maso "Radeben", da dove saliamo a sinistra per un breve tratto della strada bianca. Il successivo downhill ci porta all´incrocio per la valle "Schleidertal"; da qui scendiamo quindi a sinistra per Tablà e poi a destra per Cirlano (stupenda vista panoramica). A Cirlano, all´altezza del Ristorante "Tschirlanderhof", proseguiamo a destra in direzione del campo sportivo di Naturno, da dove, percorrendo via Stazione, ci riportiamo nel centro abitato di Naturno.

Itinerario di rio lagundo

Dislivello 1000 m
Tempo di percorrenza 4:00 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Plaus (519 m) - Rablà/Rabland (532 m) - Tel/Töll (508 m) - Rio di Lagundo/Aschbach (1.326 m) - sentiero forestale nr. 27 - Maso "Mühltal" (1.200 m) - Albergo "Brünnl" (875 m) - Masi Quadrati/Quadrathöfe (850 m) - Tel/Töll - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Chiesetta S. Vigilio, Chiesetta S. Maria della Neve, vista panoramica
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, da dove si diparte la pista ciclabile Lungoadige/Etschdamm che imbocchiamo sulla sinistra per toccare Plaus, Rablà e Tel. A Tel attraversiamo il ponte e ci teniamo sulla strada asfaltata che in costante pendenza sale in direzione Rio Lagundo. Oltrepassata la stazione a monte della Funivia di Rio Lagundo, proseguiamo a sinistra lungo il sentiero forestale nr. 27 in direzione Masi Quadrati. La strada forestale dà quindi su un sentiero che percorriamo per alcune centinaia di metri (breve tratto a spinta) fino ad incontrare un altro sentiero forestale, sul quale proseguiamo in direzione dell´albergo "Gasthof Brünnl" e dei Masi Quadrati; toccati l´uno e gli altri in downhill, ci riportiamo all´abitato di Tel. La pista ciclabile dell´andata ci riconduce, passando da Plaus, al punto di partenza di Naturno.

Itinerario della conca meranese

Dislivello 1100 m
Tempo di percorrenza 5:00 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Tel/Töll (508 m) - Lagundo/Algund (350 m) - Marlengo/Marling (390 m) - Cermes/Tscherms (292 m) - Castel Monteleone/Lebenberg - Albergo "Tschigg" (950 m) - Altopiano "Almboden" (1.350 m) - Chiesetta S. Martino/St. Martin (1.267 m) - Albergo "Mühltal" (1.200 m) - Albergo "Brünnl" (875 m) - Tel/Töll - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Birreria Forst, Merano, Chiesa Parrocchiale di Marengo, Chiesetta S. Martino
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, da dove si diparte la pista ciclabile Lungoadige/Etschdamm che imbocchiamo sulla sinistra per toccare Plaus, Rablà/Rabland e Tel. A Tel attraversiamo la strada principale e scendiamo a Plars e Lagundo (attenzione al traffico!). Oltrepassato il Caseificio di Lagundo, arriviamo alla rotatoria, dove teniamo la destra; dopo ca. 400 m incontriamo il bivio del Lido di Lagundo e, seguendo l´indicazione "pista ciclabile", giungiamo al ponte di legno sull´Adige/Etsch che attraversiamo, per arrivare alla Birreria Forst ed alla strada principale. Attraversata quest´ultima, ci teniamo sulla strada che sulla destra sale al paese di Marlengo, che attraversiamo, per scendere fino all´incrocio regolato da semaforo; qui proseguiamo a destra fino alla Cantina di Marlengo, dove svoltiamo in via Monte Leone che saliamo sempre seguendo l´indicazione per "Castel Monteleone". Transitati dal castello e da alcuni ristori, giungiamo infine all´albergo "Tschigg" (880 m). Ora proseguiamo ancora per alcune centinaia di metri fino alla sbarra. Da qui si diparte la strada forestale che conduce sull´altopiano dell´"Almboden". Ci teniamo sempre sulla strada forestale, seguendo l´indicazione per l´altopiano dell´"Almboden", raggiunto il quale, ci troviamo nel punto più alto del nostro itinerario. A questo punto scendiamo a destra in direzione dei Masi Quadrati/Quadrathöfe e dell´albergo "Mühltal", passando dalla Chiesa di S. Martino, dall´albergo "Mühltal" e dall´albergo "Brünnl", in costante assetto downhill, fino al paese di Tel. Giunti in valle, attraversiamo il ponte e imbocchiamo a sinistra la pista ciclabile Lungoadige che ci riporta al punto di partenza di Naturno, toccando gli abitati di Rablà e Plaus.

Itinerario del Montecuccolo/Giggelberg

Dislivello 1100 m
Tempo di percorrenza 4:00 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Plaus (508 m) - Rablà/Rabland (532 m) - Parcines/Partschins (618 m) - Albergo "Salten" (769 m) - Tablà/Tabland (1.243 m) - Maso "Rammwald" (1.220 m) - Maso "Giggelberg" (1.565 m) - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Castel "Spauregg", Museo della macchine da scrivere "Peter Mitterhofer" a Parcines, vista panoramica
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, da dove si diparte la pista ciclabile Lungoadige/Etschdamm che imbocchiamo sulla sinistra per Plaus e Rablà; a Rablá ci dirigiamo verso il centro del paese, quindi passiamo la strada statale e proseguiamo alla volta di Parcines. Oltrepassato il campo sportivo, saliamo fino al centro abitato di Parcines, tenendoci poi sull´erta di via Cascata in direzione Cascata/Wasserfall fino ad arrivare all´albergo "Salten". Oltrepassato quest´ultimo, ci portiamo al bivio per Tablà. Qui si prosegue a destra lungo via Tablà, salendo fino all´omonimo paesino; giuntivi, si tiene la sinistra in direzione "Giggelberg". Superato il maso "Rammwald", ci teniamo sempre sulla strada in direzione "Giggelberg". Terminata la strada asfaltata, svoltiamo a sinistra, percorrendo quindi la strada bianca che porta all´albergo "Giggelberg". Si ritorna a Naturno sulla strada dell´andata, toccando gli abitati di Tablà, Parcines, Rablà e Plaus. A Parcines merita una visita il Museo della macchina da scrivere intitolato al suo inventore, Peter Mitterhofer.

Itinerario sul rifugio Nassereto/Nassereithhütte

Dislivello 1100 m
Tempo di percorrenza 4:00 h
Grado di difficoltà Facile
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Plaus (519 m) - Rablà/Rabland (532 m) - Parcines/Partschins (618 m) - Albergo "Salten" (769 m) - Tablà/Tabland (1.243 m) - Maso "Rammwald" (1.220 m) - Rifugio Nassereto/Nassereithhütte (1.523 m)
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Castel "Spauregg"
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, da dove si diparte la pista ciclabile Lungoadige/Etschdamm che imbocchiamo sulla sinistra per Plaus e Rablà; a Rablá ci dirigiamo verso il centro del paese, quindi passiamo la strada statale e proseguiamo alla volta di Parcines. Oltrepassato il campo sportivo, saliamo fino al centro abitato di Parcines, tenendoci poi sull´erta di via Cascata in direzione Cascata fino ad arrivare all´albergo "Salten". Oltrepassato quest´ultimo, ci portiamo al bivio per Tablà. Qui si prosegue a destra lungo via Tablà, salendo fino all´omonimo paesino; giuntivi, si tiene la sinistra in direzione "Giggelberg- Rifugio Nassereto". Superato il maso "Rammwald", ci teniamo sempre sulla strada in direzione maso "Steiner" e Rifugio Nassereto. Svoltiamo quindi a sinistra, seguendo la strada bianca che porta al Rifugio Nassereto. Si ritorna a Naturno sulla strada dell´andata, toccando gli abitati di Tablà, Parcines, Rablà e Plaus. A Parcines merita una visita il Museo della macchina da scrivere intitolato al suo inventore, Peter Mitterhofer.

Giro del monte sole di Naturno

Dislivello 900 m
Tempo di percorrenza 3:00 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Monte Sole/Sonnenberg - Maso "Rofenhof" (1.033 m) - Maso "Innerforch" (1.470 m) - Maso "Unterstell" (1.282 m) - Maso "Rofenhof" - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Biotopo Monte Sole, Castello Juval, Castello di Naturno
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno seguiamo la via Municipio fino alla Piscina "Acquavventura" Naturno/Erlebnisbad Naturns, svoltiamo poi a sinistra in via Campi, sulla quale ci teniamo fino al monumento ai caduti. Da qui svoltiamo a destra in via Castello/Schlossweg che seguiamo in direzione Monte Sole. Oltrepassato il Castello/Schloss Hochnaturns, ci teniamo sulla strada asfaltata che porta al maso "Rofenhof"; giuntivi, teniamo la destra in direzione masi "Egger", "Grub" e "Schnatzhof" fino al bivio successivo. Da qui proseguiamo a sinistra in direzione dei masi "Egger", "Galmein" e "Innerforch", fino ad arrivare alla strada bianca che ci conduce poco prima del maso"Innerforch", da dove, imboccando il trail contrassegnato col Nr. 24 A, proseguiamo alla volta del ristoro "Unterstell". Dal ristoro scendiamo in downhill sulla strada asfaltata che, toccando nuovamente il maso "Rofenhof", ci riporta al paese di Naturno.

Itinerario del monte "Birchberg"

Dislivello 1200 m
Tempo di percorrenza 4:00 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Plaus (519 m) - Monte "Birchberg" (950 m) - Maso "Feichter" (1.200 m) - Rio di Lagundo/Aschbach (1.326 m) - Tel/Töll (508 m) - Rablà/Rabland (618 m) - Plaus - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Chiesetta S. Maria della neve, vista panoramica
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno seguiamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al ponte, da dove si diparte la pista ciclabile Lungoadige/Etschdamm. Teniamo la sinistra e percorriamo la ciclabile verso il centro abitato di Plaus, passiamo a sinistra del Municipio fino a giungere al parco-giochi; qui svoltiamo a destra, punto di partenza della strada che porta sul Monte "Birchberg". Saliamo costantemente la via Monte "Birchberg" per arrivare infine al maso "Feichter", dove imbocchiamo il trail nr. 16 alla volta di Rio Lagundo. Giuntivi, ci immettiamo sulla strada asfaltata che in downhill ci porta a Tel; in fondovalle, attraversiamo il ponte e teniamo la sinistra sulla ciclabile Lungoadige che, passando da Rablà e Plaus, ci riconduce a Naturno.

Itinerario sulla malga "MARZONER ALM"

Dislivello 1500 m
Tempo di percorrenza 5:30 h
Grado di difficoltà Medio
Percorso
Naturno/Naturns (554 m) - Cirlano/Tschirland (585 m) - Tablà/Tabland (675 m) - Monte "Tomberg" (1.200 m) - "Schweinstall"/Porcile (1.805 m) - Malga "Marzoner Alm" (1.595 m) - Monte "Freiberg" (1.110 m) - Castelbello/Kastelbell (600 m) - Ciardes/Tschars (625 m) - Stava/Staben (554 m) - Naturno/Naturns
Mesi delle escursioni
maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre
Info
Attrazioni: Castel Juval, Chiesetta di Monte "Freiberg", Chiesa S. Medardo, Chiesa di Tarres, vista panoramica
CartinaCartina del percorso

Dal centro abitato di Naturno percorriamo via Stazione/Bahnhofstraße fino al campo sportivo, giunti al quale proseguiamo a destra sulla strada per Cirlano. A Cirlano saliamo a sinistra, tenendoci sulla strada che porta a Tablà. Giuntivi, subito a sinistra si diparte la salita che porta alla fontana, da qui poi ancora a sinistra verso la valle "Schleidertal". Il percorso a tratti molto ripido continua fino all´incrocio valle "Schleidertal"- monte "Tomberg". A questo punto prendiamo a destra il sentiero forestale alla volta del monte "Tomberg" e percorriamo la strada bianca fino all´incrocio, dove poi scendiamo a destra. Giungiamo così sulla strada asfaltata che ci conduce sul monte "Tomberg"; la risaliamo, per giungere nuovamente su percorso ciottolato; seguiamo quindi la strada forestale fino al bivio che a destra porta in valle "Zirmtal" e saliamo ancora al "Schweinstall"/Porcile. Da qui scendiamo in downhill prima lungo il sentiero nr. 18, poi lungo il trail nr. 9a in direzione della malga "Marzoner Alm". Da quest´ultima si prosegue scendendo sul sentiero forestale verso il monte "Freiberg"; da qui scendiamo lungo la strada asfaltata che ci porta a Lacinigo/Latschinig e Castelbello. A Castelbello, oltrepassato il cimitero, svoltiamo a destra su un sentiero di campagna, passando quindi dalla locanda "Gstirnerkeller" e proseguendo infine per Ciardes, Stava e Naturno.

Questo sito utilizza dei cookies per scopi funzionali e analitici. Per saperne di più si prega di leggere le nostre disposizioni relative ai cookies. Utilizzando questo sito web l'utente dichiara il proprio consenso a tali disposizioni.